INTRO

CHI SIAMO E COSA FACCIAMO

Lo scopo del progetto OHAS è di analizzare le migliori pratiche utilizzate nei siti del patrimonio culturale più accessibili, mescolarle con nuove idee e trasferirle in linee guida pratiche e programmi di studio che potrebbero essere implementati nella maggior parte dei luoghi. L'elemento che lo completerà è la Piattaforma Internazionale Online, che è una preziosa fonte di informazioni sulle strutture accessibili del patrimonio culturale in Europa. Inoltre, una parte molto importante del progetto è la formazione degli educatori degli adulti per implementare le linee guida e le soluzioni pratiche per l'educazione inclusiva per gli adulti con disabilità. Alla fine il progetto mira ad ampliare e sviluppare le competenze di guide/direttori/educatori di musei e siti archeologici e implementare misure efficaci per migliorare le competenze chiave delle persone con disabilità che attualmente non sono ben servite.

Uno degli argomenti più importanti e significativi per l'attuazione di questo progetto in un contesto transnazionale è il fatto che tutti i paesi partner condividono un documento giuridico comune, che è la Convenzione sui diritti delle persone con disabilità, ratificata da Bulgaria, Grecia, Italia e Polonia. L'obiettivo principale di questo documento è incoraggiare, proteggere e garantire un uso pieno ed equo di tutti i diritti umani e le libertà fondamentali da parte di tutte le persone con disabilità, insieme a tutti gli altri cittadini. Tra le tante altre voci l'articolo n. 30 si riferiscono alla partecipazione alla vita culturale, ricreativa, agli svaghi ed allo sport delle persone con disabilità, come è scritto al punto 1 e 2. Grazie a questo, tutti i partner hanno un obiettivo comune, che è quello di garantire la disponibilità dell'offerta culturale alle persone con disabilità.

LEGGENDA

  • Istruzione
  • Ricerca
  • Gestione
  • Innovazione
  • Impatto sociale
COMINCIARE
Febbraio 2019

Kick-off Meeting del progetto a Cracovia, Polonia

Il 19-20 febbraio 2019, Konstantina Karameri, Project Manager di CulturePolis, e Dionysia Koutsi, Assistant Project Manager, hanno partecipato al Kick-Off Meeting del nuovo progetto ERASMUS + intitolato “O.H.A.S. Apertura di siti archeologici e del patrimonio culturale per persone con bisogni speciali” a Cracovia, Polonia, con il partner capofila FIRR (Polonia) e partner provenienti da Grecia, Bulgaria e Italia; in questa sede si è dato l'avvio ufficiale dell'attuazione del progetto.

Giugno 2019

2o Partners' Meeting & 1o Joint Staff Training a Perugia, Italia

CulturePolis, rappresentata da Dionysia Koutsi, il 25-27 giugno 2019 ha partecipato a Perugia, al primo seminario di formazione e al secondo incontro dei partner di OHAS, che è un progetto ERASMUS+. Il progetto è realizzato in collaborazione con partner provenienti da Polonia, Italia e Bulgaria, con il programma educativo implementato dall'organizzazione Culture Without Borders, con sede in Polonia.

Il seminario di formazione è durato due giorni finalizzati a formare i rappresentanti dei partner e altri 5 dipendenti di vari siti culturali (musei, siti archeologici e gallerie) con sede in Grecia (4 da ciascun paese partner) sui temi dell'accessibilità ai siti culturali.

Ottobre 2019

3° incontro dei partner a Corfù, Grecia

L'incontro si è tenuto nella Sala Conferenze della Sede della Regione di Corfù (ex Prefettura) che ringraziamo per il loro contributo al buon esito di questo incontro. Durante l'incontro abbiamo discusso delle attività degli ultimi mesi, mentre sono state chiarite le questioni chiave relative alle azioni future e ai risultati del progetto. La prossima pietra miliare del progetto è il 4° Partners Meeting a Pleven, in Bulgaria, che includerà anche il 2° seminario di formazione per dirigenti culturali, completando la formazione iniziale tenutasi a Perugia, in Italia, nel luglio 2019.

Aprile 2021

2o Joint staff Training

Il secondo Joint Staff Training del progetto OHAS, organizzato dal Pleven Regional Museum, Bulgaria, si è svolto online a causa delle restrizioni COVID-19 nell'aprile 2021 con la partecipazione di oltre 50 rappresentanti dei siti del patrimonio culturale. I partecipanti hanno avuto l'opportunità di approfondire le loro conoscenze riguardo il tema dell'accessibilità nei luoghi del patrimonio culturale, le cose da fare e da non fare nelle relative visite, le buone pratiche e gli strumenti che possono essere utilizzati anche nelle proprie strutture per migliorare il livello dell'accessibilità delle visite culturali per le persone con disabilità.

Agosto 2021

Fine del Progetto

PROSSIMI PASSI
TORNA SU